Crea sito

Lo sapevi che il fluoro nei dentifrici è altamente tossico?

Guardiamo le fonti e le analisi scientifiche…

Che il fluoro sia tossico è cosa risaputa da tempo. Per quale ragione lo ritroviamo nei dentifrici che compriamo al supermercato?



In quasi tutti i dentifrici

Vai al supermercato… scegli il dentifricio che secondo te ti aiuta maggiormente a non avere carie e ti ci lavi i denti 2 volte al giorno.
Controlla se contiene fluoride e fatti un’idea dei danni che puoi avere.

Avvertenze di un dentifricio che contiene Fluoro

Avvertenze di un dentifricio CHE NON CONTIENE Fluoro


Sei disposto a FIDARTI a metterti in bocca qualcosa che è tossico? Sei disposto a FIDARTI e far lavare i denti ai tuoi figli, conscio del fatto che se ingerito, il dentifricio con fluoro, deve far fare una corsa in ospedale?

E’ tutto scritto sull’etichetta…

Il 26 ottobre 2010 l’Italia ha recepito una nuova legge europea che impone ai produttori di dentifrici al fluoro di dichiarare in etichetta, se il contenuto è tra 0,1 e 0,15% (L. 267/18 che recepisce la Direttiva 2009/129/CEE).
Ci sono delle discrepanze già sull’etichetta dei dentifrici

Bambini fino a 6 anni: utilizzare una piccola quantità di dentifricio sotto la supervisione di un adulto per ridurre al minimo l’ingerimento. In caso di assunzione di fluoruro da altre fonti consultare il dentista o il medico.

Direttiva 2009/129/CEE

Altroconsumo recita quando si parla di dentifrici per bambini:  Da 0 a 3 anni [lavare i denti] senza dentifricio, pulizia solo con spazzolino e acqua. Da 3 a 6 anni [usare il] dentifricio per bambini. Fondamentale il dosaggio: non coprite tutta la setola dello spazzolino, come fanno vedere nelle pubblicità, ma utilizzate al massimo una quantità equivalente a un pisello. 

Usiamo la nostra testa e mettiamo insieme i tasselli del puzzle: ci dicono che sebbene il fluoro non faccia male i bambini sotto i 3 anni non devono usare il dentifricio che lo contenga e che comunque ne dobbiamo usare poco. Se ingerissimo del fluoro (ma non abbiamo detto che non fa male?) da altre fonti dobbiamo dal medico. DA ALTRE FONTI? Ma che significa? Vuol dire che il fluoro nei dentifrici fa bene ma se lo si assume da un altro prodotto fa male?
Suona tanto come una supercazzola legale…

Che differenza c’è tra i dentifrici per bambini e quelli per adulti? La percentuale di Fluoro.

Non si tratta di gusti diversi, più dolci o confezioni più giocose… ma si tratta di una minore concentrazione di Fluoro.
La concentrazione autorizzata per il fluoro nei dentifrici per adulti è stata fissata a 0.15% (pari a 1500 ppm) mentre la concentrazione massima autorizzata per per i dentifrici per  bambini è di 0.05% (pari a 500 ppm).

Anche senza gli innumerevoli studi medici a supporto, usando solo la logica, è possibile capire che il fluoro fa male.



Ci sono prove e studi scientifici che dimostrano che il fluoro è tossico? Si. più di 50.



Più di 50 studi scientifici dimostrano che  il fluoro è tossico per l’uomo, come del resto agli animali, per una serie di motivi che riassumiamo in maniera non esaustiva, potrete poi approfondire facendo ricerche per conto vostro.

  • il fluoruro è un neurotossico dello sviluppo che causa effetti negativi sul sistema nervoso centrale, determinando alterazioni comportamentali e deficit cognitivi;
  • è molto pericoloso per i feti se assunto dalle madri in gravidanza, in quanto causa un ridotto quoziente intellettivo ed alterazioni comportamentali;
  • è stato costatato che all’aumento della fluorizzazione delle acque da bere è corrisposta una diminuzione annuale del tasso di fertilità negli esseri umani;
  • la fluorizzazione dell’acqua è chiaramente correlata all’aumento delle fratture all’anca in persone oltre i 65 anni, sulla base di due recenti studi epidemiologici;
  • bioanalisi sugli animali suggeriscono che il fluoruro è carcerogeno, specialmente per tessuti quali ossa (osteosarcoma) e fegato. Sugli uomini gli studi sono ancora insufficienti;
  • il fluoruro inibisce o altera l’azione di una lunga lista di enzimi importanti per il metabolismo, la crescita, la regolazione cellulare.


la tossicità del fluoro agisce molto in profondità nel nostro organismo, calcificando la ghiandola pineale


La ghiandola Pineale

La ghiandola Pineale è una piccola ghiandola endocrina che si trova nel cervello dei vertebrati. Produce la melatonina, derivato della serotonina: un ormone che influenza la modulazione di veglia/sonno e le funzioni dei modelli stagionali. La sua forma assomiglia ad una piccola pigna e si trova vicino al centro del cervello, tra i due emisferi, nascosta in una scanalatura in cui aderiscono i due corpi arrotondati dell’ipotalamo.

La ghiandola interagisce con la secrezione degli ormoni sessuali e stimola il sistema immunitario.

La ghiandola Pineale assorbe più fluoro rispetto a qualsiasi altra parte del corpo; è quasi come se fosse un magnete per il fluoruro di sodio.

Purtroppo il fluoro inibisce la ghiandola e ne blocca la sua funzione calcificandola.


Ma che cos’è il fluoro?

Il fluoro è un gas giallo pallido, più pesante dell’aria, tossico, di odore penetrante ed estremamente aggressivo. George Agricola lo descrisse per primo nel 1529 come gas che favorisce la fusione di metalli o minerali. L’isolamento del fluoro avvenne molti anni più tardi, perché altamente corrosivo.

Impiego Bellico

Il primo uso fu quello di arma chimica: il famoso gas nervino. Come altri gas velenosi, tale arma rilascia alte dosi di fluoruro nell’organismo bloccando l’attività enzimatica e provocando danni cerebrali, polmonari e cardiaci, fino a  causare la morte.

Il Problema delle scorie

Il fluoro è nell’elenco dei composti da smaltire secondo legge per proteggere l’ambiente e la salute umana. Decreto_Legislativo_205_del_3_dicembre_2010

Il fluoro è l’elemento chimico della tavola periodica degli elementi che ha come simbolo F: Il fluoro si trova comunemente come ione fluoruro F−


I pericoli del Fluoro

Un interessante servizio del TG che, spiega quanto il fluoro sia velenoso e, di contro, non sia provato in nessun modo che protegga dalle carie.

Quello che è sicuro è che il fluoro, come sostanza, è un veleno per l’organismo.

Dr. Giorgio Petrucci


Un po’ di storia

Il chimico Charles Perkins scrisse quanto segue alla Fondazione Lee per la ricerca nutrizionale, a Milwaukee, nel Wisconsin, il 2 ottobre 1954:

«… negli anni Trenta Hitler e i nazisti tedeschi immaginarono un mondo dominato e controllato da una filosofia nazista di pangermanismo. I chimici tedeschi elaborarono un piano molto ingegnoso e dì vasta portata dì controllo delle masse, che venne sottoposto e adottato dallo stato maggiore tedesco. Questo piano doveva controllare la popolazione in ogni area data attraverso la somministrazione di farmaci alle masse e le riserve di acqua potabile. Con questo metodo, essi potevano controllare la popolazione in date aree, ridurre la popolazione attraverso l’addizione di farmaci all’acqua che provocavano la sterilità nelle donne, e così via. In questo schema di controllo delle masse, il fluoruro di sodio occupava una posizione preminente».

Charles Perkins disse che dosi ripetute di quantità infinitesimali di fluoruro avrebbero ridotto nel corso del tempo la capacità individuale di resistere alla dominazione, avvelenando lentamente e “narcotizzando” una certa area del cervello, rendendo così l’individuo sottomesso alla volontà di quelli che vogliono dominarlo. Egli definì questo fenomeno una “conveniente leggera lobotomia“.



Ma se tutti sostengono che il fluoro fa bene alle carie ci sarà una ragione!

Vediamo un po’ quando (e sopratutto perché) conviene mettere il fluoro nei dentifrici

Nel 1931 il dottor Trendley Dean, aveva indagato sugli effetti dell’inquinamento da fluoruri in un’area dove si erano verificati molti casi di fluorosi con ingiallimento e corrosione dei denti.

Aveva riscontrato una bassa incidenza della carie in quella popolazione, per cui consigliava di studiare l’eventualità che l’assunzione di una quantità ‘ottimale’ di fluoro potesse giovare alla salute orale.

Nel 1939 il biochimico Gerald Cox, ricercatore al Mellon Institute, somministrando fluoruro a cavie animali sottoposte a dieta ricca di zuccheri, concluse che il fluoro diminuisce l’incidenza della carie.

All’epoca, il maggior produttore di alluminio (e quindi di fluoro) era l’Alcoa. Il suo fondatore, Andrew Mellon, nel 1931 ricopriva la carica di segretario al Tesoro, ministero dal quale dipendeva il dott. Dean quando fece la sua ‘scoperta’. Il Mellon Institute, laboratorio di proprietà dell’Alcoa, stipendiava il dottor Cox quando nel 1939 pubblicava le sue raccomandazioni sull’utilità sanitaria del fluoro.

Il dott Cox propose non solo di interrompere la depurazione delle fonti idriche contaminate da fluoruri ma di aggiungerne nell’acqua potabile e nei dentifrici, come misura preventiva di sanità pubblica.

Il fluoro così cessò di essere considerato un rifiuto tossico pericoloso e trovò un impiego come specialità da somministrare ai bambini per la prevenzione della carie.

Un bel vantaggio per la società ALCOA!  Anzichè dover spendere ingenti somme di denaro per disinquinare e smaltire il fluoro, ha trovato il modo di ricavarne degli utili.

fontehttps://www.nutrizionenaturale.org/fluoro/

Un’immagine dell’epoca: Stesso prodotto differenti etichette.
Una dice che il fluoro fa bene, un’altra che è tossico…

Morale della favola

Apri gli occhi. Non fidarti delle multinazionali che, per profitto, fanno passare leggi che rendono legali prodotti tossici. Informati. Preserva la tua salute.

Cerca dentifrici senza fluoro online, nei supermercati o in farmacia. Ci sono di tanti prezzi, scegli quello che fa per te.
E comunque ricordati che il 90% del lavoro contro lo placca lo fa lo spazzolino da denti, non il dentifricio.


Boicotta i prodotti tossici: perché solo così ci sarà un cambiamento

Il famoso attore Woody Harrelson suggerisce a tutti di informarsi e smettere di comperare quei prodotti che sono nocivi alla nostra salute. Boicottando le aziende le obbligheremo a cambiare.

Compriamo tonnellate di veleni, avveleniamo le nostre case e sprechiamo i nostri soldi perché l'industria della pubblicità ce lo dice: loro vogliano che noi compriamo “cose”.

Se per esempio non volete cibo contenente OGM, semplicemente non comprate quei prodotti, così saranno costretti a cambiare.
E’ importante iniziare a prendersi la responsabilità di spendere i nostri soldi saggiamente.

Woody Harrelson

... e poi cosa succede boicottando i prodotti tossici?

 

Le aziende puntano al profitto. Se tu smetti di acquistare prodotti correranno ai ripari.

Un esempio di successo di un cambiamento. A seguito di molti studi medici è stato dimostrato che i parabeni ed i sali di alluminio sono cancerogeni anche se legalmente è ancora possibile metterli nei deodoranti. Questa notizia ha convinto i consumatori a boicottare i deodoranti che contenessero queste sostanze tossiche. Cosa è successo? Adesso molte marche hanno iniziato a non usarli più e a fare di questo cambiamento un loro vanto, mettendo in bella vista il fatto che sono allo 0% di parabeni e 0% di sali di alluminio.

 

Questo è il cambiamento che puoi fare tu, andando a fare la spesa

attenzione ai siti di disinformazione come butac

Perchè Butac ha fatto un articolo sulla NON pericolosità del fluoro?

Butac ha fatto un bell’articolo in cui spiega che dobbiamo tutti usare i dentifrici al fluoro, visti i suoi incredibili benefici (ma quali?)
Qui il link se volete vedere l’articolo in questione.

Scopri di più su Bufale un tanto al chilo.


STEP 1

Si racconta un fatto

Butac cita non meglio identificati blog salutisti che citano una notizia vecchia e ammuffita: il fluoro fa male.
Una contraddizione in termini: la notizia è vera ma siccome è ammuffita non va presa sul serio?

  • Butac passa la notizia come vecchia (si sa, se è vecchia non è vera)
  • Butac ammette che il fluoro è tossico (beh sarebbe quantomeno da ignorati ammettere il contrario) 

Però tranquilli… se non lo assumente in DOSI ESAGERATE non fa male.
La domanda è: come mai sulla confezione di dentifricio c’è scritto che si deve consultare il medico se si ingerisce un po’ di prodotto?


STEP 2

Si dice che la cosa si sapeva da tempo, ma che è solo allarmismo

Michelangelo Coltelli  rassicura che stiamo assorbendo fluoro, nostro malgrado, da mezzo secolo. Vi site chiesti come mai i tumori sono aumentati esponenzialmente nella popolazione? Siamo ad un caso su tre persone. Certamente non sarà solo colpa del fluoro… ma perchè non cercare uno stile di vita più sano?

Avendo letto la pericolosità del fluoro in questo articolo… voi vi fidate di Michelangelo Coltelli che vi rassicura CHE I BENEFICI (del fluoro) SONO DI GRAN LUNGA SUPERIORI ALLE CONTROINDICAZIONI? Anche perché non ci sono evidenze che il fluoro porti benefici.

Michelangelo Coltelli fa riferimento ad uno studio effettuato nel 1939 dal quale si evinceva (in modo del tutto arbitrario) che animali (quindi non umani) che assumevano fluoro avevano meno carie. Sono questi i grandi benefici a cui fa riferimento?


STEP 3

Continuate a comperare i prodotti incriminati

Butac riporta un misero link in cui si parla di persone che sostengono che il fluoro fa male definendoli IDIOTI… Andiamo bene…

Michelangelo… tu citi fonti vecchie di 10 anni (2007)… perché non hai citato i 50 studi che dimostrano il contrario fatti nel 2016?

In conclusione…. ecco il messaggio di Butac: “USATE IL FLUORO IN QUANTITA’” La notizia è vecchia e ammuffita (ma  vera) ma voi non pensate, continuate ad acquistare i dentifrici col fluoro.

E’ brutto pensare sempre male… ma un’azienda che produce dentifricio che viene danneggiata dalla notizia che il fluoro fa male, potrebbe benissimo investire in un articolo a pagamento su Butac per far passare l’intera questione per una Bufala…


Riassumendo cosa dice butac:

  1. Il fluoro fa male (ma solo in “dosi esagerate”. molto tecnico…)
  2. però voi continuate ad usarlo

 … non vi suona un po’ come un articolo fatto su commissione da aziende che potevano essere danneggiate da questa presa di coscienza?

Scopri di più su Butac

L’angolo delle bugie


Bufale un tanto al chilo è affidabile?

Sedicenti esperti ti tranquillizzano su ogni cosa: politica, medicina, presunte "bufale"... Si scopre però che sono persone pagate per promuovere messaggi fintamente indipendenti.

I parabeni nei deodoranti sono cancerogeni

Recenti e affidabili studi medici dimostrano che i parabeni vengono assorbiti dalla pelle e provocano cancro al seno. Però secondo  Butac si tratta solo di allarmismo: i "recenti studi medici" del 2003 dicono che si può stare tranquilli!

Butac alluminio

L'alluminio è tossico

Tutti gli studi medici ufficiali concordano su questo punto. Butac vi dice che assumere questo veleno "è abbondantemente tollerabile dal nostro organismo". Ah, comprate la carta di alluminio già che ci siete.

Butac alluminio

Il Business dei siti antibufala

In rete proliferano siti antibufala. Perché darsi tanta pena: forse per una cavalleresca ricerca della verità? No, per soldi. Ah e le bufale sbugiardate in realtà sono articoli su commissione.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close